Vai al contenuto

ANTIGELO CALDAIA E IMPIANTO TERMICO

Come proteggere la propria caldaia dal gelo e freddo improvviso? Ma anche tutto l’impianto di riscaldamento?

Per proteggere la caldaia dal gelo forte e improvviso, soprattutto su impianti e generatori esposti, in zone molto fredde, la soluzione migliore potrebbe essere: l’inserimento di un liquido antigelo. 

Pro e contro del liquido antigelo?

I PRO – sono una protezione ulteriore, oltre a quella fornita dalla parte elettronica della caldaia stessa (sonda NTC), dove quest’ultima interviene quando le temperature interne (acqua del circuito primario) scendono al disotto di 4° centigradi.

I CONTRO – riguardano la corrosione di raccordi e parti interne dell’impianto di riscaldamento (VALE PER I LIQUIDI NON ATOSSICI), oltre che della caldaia stessa; giunzioni, circolatore, flussostati etc. Il liquido antigelo è in parte corrosivo essendo un prodotto chimico, tranne in alcuni casi, per tipologie di prodotto – anti corrosivo. Altra problematica da non sottovalutare, riguarda la diminuzione dello scambio termico, rispetto all’acqua, in presenza di quantità elevate di liquido anti congelamento.

  • BLOCCO CALDAIA A CAUSA DEL GELO – – –

Quale liquido antigelo utilizzare per impianti di riscaldamento?

Il liquido antigelo per essere adatto e conforme, per un impianto di riscaldamento, deve avere una caratteristica importante da non sottovalutare, ossia: essere atossico.

Il circuito, dove andrebbe inserito il liquido, è principalmente il primario o detto anche, circuito chiuso. Quest’ultimo a differenza dell’altro circuito – il secondario – è chiuso in quanto non comunica con altri liquidi presenti.

A volte può capitare che attraverso gli scambiatori a seguito di fori e rotture degli stessi, il liquido del circuito primario, entri in contatto con il secondario, il quale poi arriva fino al rubinetto di utilizzo – bagno e cucina.

scambiatore_a_piastre
Scambiatore Secondario – Sanitario

Il liquido antigelo

  • Previene la corrosione di tutti i metalli, alluminio incluso
  • Peso specifico a 15/15°C:  1,04 – 1,06
  • pH:  7,2 – 7,8
  • Colore:  rosa
  • Punto di congelamento:  – 32°C max
  • Solubilità in acqua:  completa
antigelo nei termosifoni

L’ antigelo è già presente in tutte le caldaie moderne

L’antigelo è presente in tutte le caldaie attuali, moderne – ma anche su quelle tradizionali fino a 20 anni indietro – regolato a tal punto da proteggere la tua caldaia in modo abbastanza efficace. Basta non far mancare mai l’alimentazione elettrica, il gas, oppure la presenza di errori tipo: blocco.

La protezione antigelo fornita dalla sonda NTC posta sul circuito primario, permette l’accensione del bruciatore per circa 20 secondi, a tal fine di consentire all’acqua di oltrepassare i 4° centigradi e arrivare fino a 20 / 30 gradi circa.

La sonda che funziona da antigelo, vale per il circuito primario, ma non per il circuito secondario! tradotto significa che abbiamo una protezione abbastanza importante dei componenti principali della caldaia tipo – il circolatore, lo scambiatore primario, la valvola a tre vie e le tubazioni di andata e ritorno – ma non siamo protetti del tutto su – tubazioni in entrata acqua fredda, uscita acqua calda e scambiatore sanitario.

sonda NTC
Esempio di una delle più comuni sonde NTC in commercio

Per conclude, non bisogna lasciare mai la caldaia, spenta, in assenza di alimentazione elettrica e di gas. O peggio ancora in blocco per mancanza acqua e altra tipologia di errore. Pena il mancato intervento dell’antigelo e successive rotture dei componenti interni.

termicaidraulica.com

Come inserire l’antigelo caldaia e impianto?

La modalità di inserimento del liquido antigelo in caldaia, è semplice, basta chiudere la mandata e il ritorno di un termosifone; successivamente svuotare lo stesso di acqua al suo interno e inserire con un imbuto ricurvo (spesso in dotazione con il liquido) l’antigelo dal tappo in alto dove spesso è posta la valvola di sfiato aria.

Dove inserire l’antigelo caldaia e impianto?

La risposta è abbastanza semplice e descritta all’interno del blocco di testo precedente; semplicemente da un qualunque radiatore dell’impianto di riscaldamento.

1 commento su “ANTIGELO CALDAIA E IMPIANTO TERMICO”

  1. Buongiorno,
    ho una caldaia murale a gas e non è installato nessun cronotermostato. Per accendere i riscaldamenti, devo azionare la manopola dalla caldaia stessa. Solo che quando il riscaldamento è spento la posizione del selettore è su OFF e di conseguenza la caldaia è in standby.
    La domanda che mi pongo è: l’antigelo, con la caldaia in posizione di OFF, riesce lo stesso a intervenire e di conseguenza a proteggere la caldaia, nonostante la stessa risulti spenta?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.