CIRCOLATORE CALDAIA BLOCCATO

CIRCOLATORE CALDAIA BLOCCATO? CAUSE E RIMEDI!

Circolatore caldaia o pompa caldaia? Questo è il problema da risolvere prima di tutto! Spesso con acqua non del tutto perfetta presente all’interno dell’impianto, la girante dopo diversi mesi di inattività, si blocca! Come ovviare al problema bloccaggio girante?

L’ACQUA CON UN GRADO DI DUREZZA ALTO, E CON PRESENZA DI IMPURITÀ, CORPI METALLICI, FANGO, FERRO ETC. FANNO SI CHE IL CIRCOLATORE DI UNA CALDAIA, ABBIA DEI PROBLEMI MAGGIORI, SOPRATUTTO NEI MOMENTI DI INATTIVITÀ PROLUNGATA, A PRENDERE NUOVAMENTE LA CIRCOLAZIONE IN MODO FLUIDO E CONTINUATIVO.  

Partiamo da caldaie le quali sono dotate di un sistema antibloccaggio del circolatore, il quale dopo un periodo di giorni di inattività, AUTO attivano la girante per evitare blocchi futuri.

Esistono i circolatori di ultima generazione, modulanti, muniti di una scheda elettronica di controllo delle velocità e anche del controllo della prevalenza – sui quali – da display è possibile regolare tutto: litri al minuto etc. RISULTATO: Tecnologia avanzata, bassi consumi; ma nel caso di scheda elettronica bruciata, in caso di rotture per vari motivi (cosa che accade molto di frequente) il risultato è un salasso totale! Costo di riparazione eccessivo! Per non parlare del costo iniziale: i circolatori elettronici possono variare dai 190 € a 500 € e oltre!

Per sbloccare un qualsiasi tipo di circolatore caldaia, è necessario agire sulla vite in ottone presente frontalmente sullo stesso VEDI IMMAGINI SOTTO INDICATE.

Svitare in senso antiorario la vite in ottone e sotto la stessa troverai la girante “bloccata” e a questo punto con un giravite a taglio fai ruotare la girante in senso orario, con forza finché sia libera di ruotare in modo fluido e dinamico!

 

 

Altra problematica da prendere in considerazione, per il blocco momentaneo di un circolatore è il condensatore; questo vale per i circolatori di vecchia generazione. Il condensatore di un circolatore caldaia, mal funzionante, non riesce a far partire la girante sullo spunto iniziale e in questo caso la circolazione dell’acqua resta totalmente ferma.

Come possiamo accorgerci se un circolatore, ha il condensatore bruciato? Semplice, a pompa in funzione, la girante resta ferma e con un giravite a taglio andremo ad avviare manualmente la “girante interna” la quale appena avviata a iniziare il suo lavoro di “girante in senso orario” prenderà subito il via! in questo caso, senza l’aiuto manuale il circolatore – con un condensatore guasto – non riesce ad avviare il suo ciclo di lavoro; il risultato sarebbe in questi casi: corrente 220v attiva sulla morsettiera del circolatore, e girante ferma! 

IL CIRCOLATORE CALDAIA FA SALTARE LA CORRENTE GENERALE

Spesso accade che il circolatore caldaia va in corto e fa saltare la corrente generale per tutto l’impianto elettrico a uso domestico! Esattamente! A me personalmente da installatore e manutentore succede di dover correre per emergenza caldaia , la quale fa saltare il differenziale a ogni partenza del circolatore, per richiesta in riscaldamento, oppure acqua calda sanitaria.

CONDENSATORI CIRCOLATORE CALDAIA

condensatori circolatore caldaia
CONDENSATORE CIRCOLATORE CALDAIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.