COME SCEGLIERE UNA CALDAIA A CONDENSAZIONE

COME SCEGLIERE UNA CALDAIA A CONDENSAZIONE GUIDA COMPLETA PER L’UTENTE FINALE

Prima di tutto devi chiedere alcune informazioni e consigli al tuo manutentore e installatore di fiducia su: come scegliere una caldaia a condensazione adatta alle tue esigenze! Ma, è sempre meglio andare per gradi, e avere personalmente – tu che non sei un tecnico – delle nozioni base rispetto a: caldaie a condensazione, impianti termici, regolatori climatici e quant’altro.

Le prime domande alle quali porre delle risposte sono:

1- quanto è grande la tua abitazione: in metri quadri e cubi?

2-
la tua caldaia scarica a parete (in facciata), o in canna fumaria ramificata? o in canna fumaria singola direttamente a tetto?

3- quante persone utilizzano l’acqua calda nel nucleo familiare all’interno della tua abitazione?

4- l’utilizzo per ACS (acqua calda sanitaria) è con doccia, oppure c’è un utilizzo frequente di vasca (che sia idromassaggio o non…)?

5- quanti metri è lontano il bagno che utilizzi spesso e anche la cucina dalla caldaia stessa: partendo dal punto di installazione?

6-
hai esigenza di comandare – oltre al classico cronotermostato per il riscaldamento – la pressione dell’acqua, i “Reset” per eventuali blocchi di errore, le temperature (sanitario / riscaldamento) direttamente dall’interno della tua abitazione?

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO

QUESTA SERIE DI DOMANDE SONO LE PRINCIPALI CHE ANDREBBERO FORMULATE NELL’IMMEDIATO! PROVEREMO A DARE DELLE RISPOSTE PER OGNUNA.

1- IPOTIZZIAMO CHE LA TUA ABITAZIONE SIA DI 100 MQ, IN QUESTO CASO LA CALDAIA CHE ANDRAI A SCEGLIERE DEVE AVERE UNA POTENZA CHE VA DAI 20 KW AI 25 KW. MENTRE CON UNA GRANDEZZA DEL IMMOBILE FINO A 150 MQ PUOI AVERE UNA POTENZA E RISCALDARE BENE CON 25 KW. NEL CASO LA TUA ABITAZIONE FOSSE PIÙ GRANDE: DAI 150 AI 250 MQ DEVI OPTARE PER UNA POTENZA DI ALMENO 28 KW MINIMO.

– UNA CALDAIA DA 25 KW È PER ABITAZIONI FINO A 150 MQ

– UNA CALDAIA DA 28 KW È PER ABITAZIONI DA 150 MQ FINO A 250 MQ

CONSIDERAZIONE FINALE PER DOMANDA N1 :

– 25 KW EQUIVALGONO A 21’500 Kcal (formula: 25 x 860 = 21’500 Kcal).

– 28 kW EQUIVALGONO A 24’080 Kcal (formula: 28 x 860 = 24’080).

2- SAPERE SE LA CALDAIA SCARICA A PARETE O IN CANNA FUMARIA È ABBASTANZA IMPORTANTE: MOTIVO? SE LA TUA CALDAIA DOVESSE SCARICARE IN UNA CANNA FUMARIA CONDOMINIALE, DOVE ALL’INTERNO DELLA STESSA SCARICANO ALTRE DUE O TRE CALDAIE – DI ALTRI CONDOMINI – CHE A SUA VOLTA SONO DI TIPO “A CAMERA APERTA” E NON A CONDENSAZIONE: DETTE ANCHE CALDAIE DI TIPO B… ALLORA IN QUESTO CASO NON POTRAI SCARICARE CON I PRODOTTI DI COMBUSTIONE DELLA TUA “NUOVA CALDAIA” IN CANNA FUMARIA CONDOMINIALE: NEANCHE CON UNA CALDAIA A CONDENSAZIONE DI CLASSE A, MA?… DEVI PER FORZA ACQUISTARE UNA CALDAIA A CAMERA APERTA DI TIPO B E SENZA CONDENSAZIONE, OSSIA: LA STESSA TIPOLOGIA DI CALDAIA CHE HANNO ATTUALMENTE IN USO GLI ALTRI CONDOMINI.

  • OPPURE: IPOTIZZIAMO CHE LA TUA CALDAIA “ATTUALE” (CHE HA LE ORE CONTATE) DEV’ESSERE SOSTITUITA NELL’IMMEDIATO, E FOSSE A CAMERA STAGNA O A CAMERA APERTA E SCARICASSE DENTRO UNA CANNA FUMARIA SINGOLA (SOLO PER LA TUA UTENZA) FINO A TETTO, MA! CON UNA CONDENSAZIONE NON PUOI INSERIRE UN TUBO DI DIAMETRO 80 ALL’INTERNO DELLA STESSA (CANNA FUMARIA SINGOLA) E SEMPRE FINO A TETTO! IN QUESTI “CASI PARTICOLARI” CON LA NUOVA CALDAIA DEVI (PER LEGGE) “INTUBARE” UN TUBO FLESSIBILE O RIGIDO DENTRO ALLA CANNA FUMARIA CHE VA: DALLA CALDAIA FINO A TETTO, SPECIE SE IL MATERIALE DELLA ‘STESSA’ È CEMENTIZIO, O ANCHE ACCIAIO INOX O ALTRO… CON LE NUOVE CALDAIE E’ NECESSARIO PER FORZA INSERIRE IL PVC PLASTICO, SPECIFICO PER CALDAIE A CONDENSAZIONE.

3- QUANTE PERSONE DEVE SERVIRE LA NUOVA CALDAIA: 2… 3… 4…? FAI ATTENZIONE CHE: LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI CALDAIE – FASCIA DI PREZZO INTORNO AI 600 / 700 E NON A CONDENSAZIONE TOTALE – POTREBBERO AVERE UNO SCAMBIATORE DI CALORE SANITARIO (ATTO A SERVIRE L’ACS) IL QUALE POTREBBE ESSERE DA 11 LITRI MINUTO MASSIMO CONTRO I 14 LITRI MINUTO CHE SAREBBE PIÙ ADATTO PER UN UTENZA DI ALMENO 4 PERSONE E CON UNA PRESSIONE IDRICA IN ENTRATA DI ALMENO: 13 LITRI MINUTO.

– IMPORTANTE CONTROLLARE SULLA SCHEDA TECNICA DELLA CALDAIA QUANTI LITRI AL MINUTO LA NUOVA CALDAIA PUÒ REALMENTE FORNIRE!

4- DEVI ANCHE SAPERE, SENZA TRASCURARE E SOTTOVALUTARE: SE L’UTILIZZO CHE DOVRAI FARE DELL’ACQUA CALDA SANITARIA È ESCLUSIVAMENTE PER UNA DOCCIA, O FAI SPESSO LA VASCA IDROMASSAGGIO ESSENDO PIÙ RILASSANTE E CONFORTEVOLE.

  • SAPPI CHE LE CALDAIE – PER UN BUON 90 % – SONO A PRODUZIONE RAPIDA O ISTANTANEA: OSSIA PRODUCONO ACS SOLO QUANDO APRI UN RUBINETTO (L’ACQUA PASSA, VIENE RISCALDATA, E AUMENTA DA 10 / 20 GRADI FINO A 55 / 60°).
  • LA CALDAIA A SCAMBIO RAPIDO ANCHE SE 14 LITRI MINUTO, NON RIUSCIRÀ MAI A PORTARE L’ACQUA CALDA A OLTRE I 55 / 60 GRADI CENTIGRADI… E DI CONSEGUENZA SE VAI A RIEMPIRE UNA VASCA PER UN BAGNO CALDO E RILASSANTE, DAL MOMENTO IN CUI INIZIERAI CON IL RIEMPIMENTO AD ARRIVARE ALLA FINE, QUEI 55 / 60 GRADI DIVERRANNO 50° O ANCHE MENO; E NON RIUSCIRAI MAI A FARE UN BAGNO CALDO E PIACEVOLE CON SOLI 45 / 50 GRADI I QUALI SI RAFFREDDERANNO ULTERIORMENTE IN POCHISSIMO.

– IN QUESTI CASI DEVI E VUOI FARE SPESSO UN IDROMASSAGGIO CALDO? ALLORA DEVI ASSOLUTAMENTE, OPTARE PER UNA CALDAIA CON UN BOILER DI ACCUMULO ACQUA CALDA SANITARIA DI ALMENO 60 LITRI.

5 – LA DISTANZA DALLA CALDAIA ALLE UTENZE È IMPORTANTE PER UN MOTIVO: SE INSTALLERAI UNA CALDAIA A SCAMBIO RAPIDO, DALLA RICHIESTA ACS (MOMENTO IN CUI APRIRAI IL RUBINETTO) ALL’ARRIVO EFFETTIVO DELL’ACQUA AL RUBINETTO, PASSERANNO SECONDI IN ABBONDANZA; E NEL CASO SI DOVESSE SFIORARE IL MINUTO?… ALLORA POTREBBE ESSERE VERAMENTE TROPPO! CHE PUOI FARE?

  • INSTALLANDO UNA CALDAIA CON ACCUMULO: GUADAGNERAI SICURAMENTE SECONDI PREZIOSI! IL TEMPO IN QUESTI CASI È DENARO!

6 – CAPITA SPESSO CHE LA CALDAIA È INSTALLATA NEL PIANO INFERIORE O IN LUOGHI NON FACILMENTE ACCESSIBILI E LONTANI DALL’ABITAZIONE, PER MEGLIO DIRE: “PER RESETTARE UN BLOCCO INASPETTATO, DEVI SCENDERE DUE RAMPE DI SCALE PER RAGGIUNGERE IL GENERATORE DI CALORE” COSA PUOI FARE IN QUESTI CASI?… C’È SEMPRE UNA SOLUZIONE A TUTTO!… O QUASI…

  • IN QUESTO CASO DEVI INSTALLARE UN “CONTROLLO REMOTO” UN SISTEMA DI REGOLAZIONE, CHE DALL’INTERNO DELL’ABITAZIONE E NEI LOCALI IN CUI VIENE POSIZIONATO, PERMETTE DI: “RESETTARE OGNI BLOCCO, AUMENTARE LA PRESSIONE DELL’ACQUA ALL’IMPIANTO, VARIARE LA TEMPERATURA SANITARIA E RISCALDAMENTO COME GRADAZIONE, OLTRE ALLA FUNZIONE CLASSICA DI CRONOTERMOSTATO SU DUE LIVELLI DI TEMPERATURE (MINIMA, MASSIMA)”.

FRECCIA IN GIÙ

SCAMBIATORE A PIASTRE ACS (SANITARIO)

SCAMBIATORE A PIASTRE SANITARIO

TECNICA INTUBAZIONE CANNA FUMARIA CONDOMINIALE

TECNICA INTUBAZIONE CANNA FUMARIA CONDOMINIALE

FRECCIA IN GIÙ

LA CALDAIA PER GIUSTA REGOLA E PER LE NORMATIVE VIGENTI DEVE O DOVREBBE SCARICARE SEMPRE A TETTO (SOPRA IL COLMO DELL’ABITAZIONE DOVE È INSTALLATA) SE NON È POSSIBILE PER VIA DI DELIBERE AMMINISTRATIVE ” COMUNALI, CONDOMINIALI, REGIONALI ” ALLORA SI PUÒ SCARICARE IN FACCIATA SEMPRE INSTALLANDO UNA CALDAIA A BASSE EMISSIONI INQUINANTI.

GLI IMPEDIMENTI, PER SCARICARE A TETTO POTREBBERO ESSERE ANCHE DI NATURA TECNICA: ” L’IMPOSSIBILITÀ DI INTUBARE LO SCARICO DEI FUMI DI DIAMETRO 80 ALL’INTERNO DELLA CANNA FUMARIA ESISTENTE ” O ANCHE DI TIPO PAESAGGISTICO: ” CENTRI STORICI “.

CALDAIA A CONDENSAZIONE TOTALE A BASSE EMISSIONI INQUINANTI. COSTO: 900 / 1200 € DETRAIBILE CON IL 65% E IL 50%

CALDAIA A CONDENSAZIONE PREMISCELATA

VEDI ANCHE SOSTITUZIONE CALDAIA PREZZI

CALDAIA NON A CONDENSAZIONE TOTALE: MUNITA DI UN CONDENSATORE COSTO: 600 / 800 € NON DETRAIBILE PER IL 65%

CALDAIA A CONDENSAZIONE CON UN CONDENSATORE

DALL’IMMAGINE PUOI NOTARE UNA CALDAIA CON UN BRUCIATORE TRADIZIONALE, E IN ALTO A DESTRA DELLA STESSA UN CONDENSATORE PER IL RECUPERO DEL CALORE DAL TUBO DI RITORNO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

FRECCIA IN GIÙ TERMICA IDRAULICA

IL COSTO MEDIO PER SOSTITUZIONE DI UNA CALDAIA, VARIA DAI 250 AI 350 € + IVA. ASSICURATI CHE VENGA RILASCIATA LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ (DECRETO 37/08) IL LIBRETTO IMPIANTO COMPILATO IN TUTTE LE SUE PARTI, IL BOLLINO; OLTRE ALLA GARANZIA DI DUE ANNI.

PER LA PARTE TECNICA ASSICURATI CHE CI SIA UN DEFANGATORE O TUTT’AL PIÙ, CHE L’INSTALLATORE ABBIA ESEGUITO UN LAVAGGI DELLE TUBAZIONI INTERNE: IMPIANTO DI RISCALDAMENTO.

DEFANGATORE COSTO: € 60 CIRCA…

DEFANGATORE

  • IL DEFANGATORE VA INSTALLATO SULLA TUBAZIONE DI RITORNO DELL’IMPIANTO

GLOSSARIETTO E TECNICISMI:

– ACS: ACQUA CALDA SANITARIA
– INTUBARE: INSERIRE LO SCARICO DELLA CALDAIA A CONDENSAZIONE ALL’INTERNO DI UNA CANNA FUMARIA FINO A TETTO
– CALDAIA D TIPO B: TIPOLOGIA DI CALDAIA TRADIZIONALE, SENZA UN VENTILATORE PER L’ESPULSIONE DEI FUMI E SENZA CONDENSAZIONE, A TIRAGGIO NATURALE
– PRODUZIONE RAPIDA: LA CALDAIA SI ATTIVA DOPO L’APERTURA DEL RUBINETTO E SI ARRESTA SUBITO DOPO LA CHIUSURA DELLO STESSO
– CONTROLLO REMOTO: UN COMANDO COME UN CRONOTERMOSTATO CHE REGOLA TANTE FUNZIONI DELLA CALDAIA

PER IL MOMENTO È TUTTO NON ESITARE A COMMENTARE O CONTATTARCI PER QUALSIASI DOMANDA

Un commento

  • SONYA

    TROVO IL VOSTRO ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA. BEN STRUTTURATO, FINALMENTE DELLE INFORMAZIONI VALIDE UNA VERA GUIDA ALLA SCELTA DELLE CALDAIE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.