RENDIMENTO COMBUSTIONE MINIMO

HOME Forum NORMATIVE IMPIANTI RENDIMENTO COMBUSTIONE MINIMO

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  STAFF_TI 1 anno, 11 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #969

    barb94
    Partecipante

    Buongiorno a tutti,
    sto cercando di fare un quadro completo riguardo le normative e le disposizioni in merito al calcolo del valore minimo di rendimento di combustione per i generatori di calore.

    Questa è la tabella di calcolo nazionale italiano, presente nell’allegato B del D.P.R. 74/2013:
    http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaArticolo?art.progressivo=0&art.idArticolo=1&art.versione=1&art.codiceRedazionale=13G00114&art.dataPubblicazioneGazzetta=2013-06-27&art.idGruppo=0&art.idSottoArticolo1=10&art.idSottoArticolo=1&art.flagTipoArticolo=2#art

    Oltre alla suddetta, ho scoperto esserci disposizioni regionali per Lombardia e Piemonte.

    Lombardia:
    Delibera n° X/3965 del 31/07/2015 (pagina -26-):
    https://www.indicenormativa.it/sites/default/files/SEO33_10-08-2015.pdf

    Piemonte:
    – Allegato B al D.P.R. 74/2013, per caldaie installate in data antecedente al 24 febbraio 2007 (Nazionali)
    – Allegato 5 alla D.G.R. 46-11968 del 4 agosto 2009, per caldaie installate dal 24 febbraio 2007 in poi.
    Allegato 5 alla D.G.R. 46-11968 del 4 agosto 2009 (pagina 69):
    http://www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/dwd/dgr_46-11968_2016_all.pdf

    Volevo sapere se queste informazioni sono corrette e sono quelle attualmente in vigore, ed inoltre potrebbero esserci disposizioni particolari per altre regioni di cui non sono a conoscenza.

    Grazie in anticipo

    Alberto Barbieri

  • #970

    STAFF_TI
    Amministratore del forum

    Salve e grazie per aver postato una questione interessante.

    Non tutte le regioni sono uguali dal punto di vista tecnico – normativo, e questo è ben noto da sempre, VEDI Lombardia su tutte. RENDIMENTO MINIO DI COMBUSTIONE SCARICABILE DA: http://termicaidraulica.com/forums/Discussione/rendimento-combustione-minimo/# (RISULTA IL PIU’ ATTENDIBILE E COMPLETO). Poi esistono delle linee guida Nazionali che non sono in alcun modo modificabili dalle regione, anche quelle a statuto speciale.

    Calcolo del rendimento minimo di combustione: uno strumento utile di calcolo online: http://www.evolmente.it/calcolo-rendimento/

    È noto che il rendimento di combustione ha influenza sui consumi di energia termica. Non si capiscono però i motivi che inducono il legi-slatore a cambiare continuamente i parametri, creando una confusione inutile e dannosa, soprattutto per il cittadino utente.

    Spesso, Subentra un discorso prettamente tecnico, legato anche all’usura degli scambiatori tradizionali (scambiatore primario che per alcune caldaie a condensazione, è ancora lo stesso che veniva installato in una tradizionale di tipo C SENZA CONDENSAZIONE) i quali potrebbero far variare con l’usura, anche “sensibilmente” il rendimento di una caldaia, con il passare del tempo. E’ noto anche che una caldaia, a camera aperta, con uno scarico dritto e senza curve, in assenza di vento e ben regolata (pressione gas al bruciatore) raggiunge un rendimento del 96%, paradossalmente quasi come una caldaia a condensazione che supera i 60° (quando non condensa più). Eseguendo un’ analisi su caldaia a camera aperta del 1992, si è verificato che la stessa aveva un rendimento del 95 e oltre %… e parliamo di una caldaia solo riscaldamento di tipo B con tutti i componenti originali!

    Ci sarebbe da approfondire ancora ulteriormente l’argomento!

    • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  STAFF_TI.
    • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  STAFF_TI.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.