Vai al contenuto

ISTRUZIONI AVVIO PRATICHE CONTO TERMICO

  • di

ISTRUZIONI AVVIO PRATICHE CONTO TERMICO

ESEMPIO PER AVERE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE A DISPOSIZIONE E RISPETTARE LE PROCEDURE DI INSTALLAZIONE


BIOMASSE (STUFE, CALDAIE E TERMOCAMINI)
Entro 10 giorni dall’installazione del dispositivo, è necessario predisporre il plico con la seguente principale
documentazione (eventuali integrazioni necessarie verranno richieste in secondo momento):
1) Carta identità fronte e retro + tessera sanitaria intestatario pratica;
2) Carta identità fronte e retro + tessera sanitaria intestatario casa (qualora diverso da intestatario pratica);
3) Fatture e bonifici inerenti acquisto e/o installazione (nei casi in cui si è acquistato tramite finanziamento è
necessario estrapolare tramite la finanziaria la ricevuta del bonifico al rivenditore);
4) Foto del vecchio dispositivo sostituito (prima durante e dopo lo smontaggio con ben visibile la canna fumaria
per intero e gli allacci nel caso di prodotti termici); foto consigliate tot. 15
5) Cinque Foto del nuovo dispositivo montato comprese targhe matricole e dati tecnici. Nel caso di caldaie da
locale tecnico è necessario aggiungere foto del termo accumulo (puffer) e delle valvole termostatiche sui
radiatori;
6) Certificato di smaltimento del vecchio dispositivo;
7) Dichiarazione di conformità a regola d’arte del montaggio nuovo dispositivo, rilasciata da tecnico installatore
munito delle abilitazioni necessarie (FER / ecc.);
8) Codice iban per successivo rimborso.

SOLARE TERMICO

Entro 10 giorni dall’installazione del dispositivo, è necessario predisporre il plico con la seguente principale
documentazione (eventuali integrazioni necessarie verranno richieste in secondo momento):
1) Carta identità fronte e retro + tessera sanitaria intestatario pratica;
2) Carta identità fronte e retro + tessera sanitaria intestatario casa (qualora diverso da intestatario pratica);
3) Fatture e bonifici inerenti acquisto e/o installazione (nei casi in cui si è acquistato tramite finanziamento è
necessario estrapolare tramite la finanziaria la ricevuta del bonifico al rivenditore);
4) Dieci Foto del nuovo dispositivo durante il montaggio, da montato comprese targhe matricole (sul bordo
esterno dei collettori) e, nel caso di impianti a circolazione forzata, foto del bollitore e targa;
5) Dichiarazione di conformità a regola d’arte del montaggio nuovo dispositivo, rilasciata da tecnico installatore
munito delle abilitazioni necessarie (FER / ecc.);
6) Codice iban per successivo rimborso.

 

MODALITA’ DI CONSEGNA DEL PLICO DOCUMENTALE


Sono operative e a disposizione tre diverse e alternative modalità di avvio pratica:
1) Accesso al sito internet dedicato sito. xxxxxxxxxxx , dove dopo rapida registrazione (attivazione entro
3 giorni lavorativi) ogni cliente potrà accedere alla sua area dedicata per inviare i documenti necessari
secondo un percorso guidato;
2) Invio di tutto il plico tramite apposita mail xxxxxxxxxxxxxxx indicando all’oggetto il nominativo
e inserendo nel testo della mail il recapito telefonico;


ESEMPIO LISTINO PRATICHE

(importi in EURO iva 22% esclusa)
CONTO TERMICO (CONTRIBUTO G.S.E.) – gse.it
Tipologia Intervento Importo note
– Impianti solare termico 150,00 n. 1 pannello solare
– Impianti solare termico 175,00 fino a n. 3 pannelli solari
– Impianti solare termico 200,00 fino a n. 5 pannelli solari
– Pompe di calore (monosplit) 150,00
– Pompe di calore (multisplit) 200,00 oltre i 3 split da quotare
– Pompe di calore VRV – VRF – ARIA /ACQUA 275,00 oltre i 35 Kw da quotare
– Impianti ibridi pompa di calore / caldaia 275,00 oltre i 35 Kw da quotare
– Scaldacqua a pompa di calore 150,00
– Biomasse (Stufe ad aria) 200,00
– Biomasse (Termostufe idro) 225,00
– Biomasse (caldaie da locale tecnico) 250,00 oltre i 35 Kw da quotare
– Asseverazione per puffer (quando richiesta) 200,00
*** le quotazioni di cui sopra si riferiscono a immobili a destinazione residenziale e commerciale.
Per interventi di entità più consistente (locali industriali, artigianali, recettivi, ecc) va realizzata una 
preventivazione caso per caso.

GSE-CONTO-TERMICO
CONTO TERMICO

ESEMPIO COMPILAZIONE DI UNA CAUSALE IN FATTURA

Esempio di compilazione di una causale(/i):


“DM 16.02.2016 FATTURA 1120/2013 SR XXXYYY99Z991Z999Y P.iva 12345678910 BENEFICIARIO
XXXYYY99Z991Z999Y P.iva 12345678910”


“(rif. Decreto) [DM 16.02.2016] + (rif. fattura) [FATTURA 1120/2013] + (Codice Fiscale Soggetto
Responsabile) [SR XXXYYY99Z991Z999Y ] + (Codice Fiscale/Partita IVA/Identificativo fiscale beneficiario)
[BENEFICIARIO V XXXYYY99Z991Z999Y ]”


Nota: l’utilizzo dei separatori nell’indicazione delle date, ecc. (/ – ; …) è discrezionale e dipende dalle
funzionalità dell’applicativo utilizzato dagli Istituti bancari.
L’opzione Identificativo fiscale è riservata agli operatori esteri privi di Partita IVA o Codice Fiscale.

FATTURE E BONIFICI REGOLE APPLICATIVE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.