PRESSIONE CALDAIA

PRESSIONE CALDAIA BASSA

PRESSIONE CALDAIA BASSA, CAUSA: UNA PROBABILE PERDITA DA QUALCHE PUNTO DELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO.

LE PERDITE POTREBBERO ESSERE VISIBILI, IN PUNTI SPECIFICI E ISPEZIONABILI; E DI CONSEGUENZA GESTIBILI E RIPARABILI IN MODO SEMPLICE ESSENDO ACCESSIBILI. OPPURE IN ALTRI CASI, LE PERDITE NELL’IMPIANTO SI TROVANO – COME ABBASTANZA SPESSO ACCADE – IN PUNTI NASCOSTI E DI CONSEGUENZA CI TROVIAMO CON ABBASSAMENTI DI PRESSIONE DEL MANOMETRO “CALDAIA” SUL CIRCUITO CHIUSO “RISCALDAMENTO”. 

QUESTA IPOTESI DELLA PERDITA, PRESENTE IN UNO O PIÙ PUNTI DELL’IMPIANTO, È UNA DELLE CAUSE PRINCIPALI PER CUI LA PRESSIONE CALDAIA SI ABBASSA IN CONTINUAZIONE.

ALTRA CAUSA CHE POTREBBE DETERMINARE LA PRESSIONE CALDAIA BASSA È LA VALVOLA DI SICUREZZA DELLA CALDAIA CHE SCARICA ACQUA ALL’AUMENTARE DELLA PRESSIONE DELL’IMPIANTO STESSO OLTRE LE 3 ATMOSFERE (AUMENTO CAUSATO DAL SURRISCALDAMENTO DELL’ACQUA DEL CIRCUITO RISCALDAMENTO);

IL MOTIVO DELLO SCARICO DELLA VALVOLA DI SICUREZZA È IMPUTABILE AD UN PROBABILE DIFETTO, OPPURE AL VASO A ESPANSIONE DELLA CALDAIA IL QUALE SAREBBE PARZIALMENTE O COMPLETAMENTE, SCARICO.

PRESSIONE CALDAIA NON SALE

LA PRESSIONE CALDAIA NON SALE, IN QUESTO CASO POTREMMO AVERE:

  • IL RUBINETTO DI CARICO IMPIANTO BLOCCATO; OPPURE IL FILTRO IN ENTRATA ACQUA DIRETTA COMPLETAMENTE OSTRUITO; OPPURE IL MANOMETRO DIFETTOSO, IL CUI AGO RESTA A ZERO NONOSTANTE LA PRESSIONE SIA PRESENTE ALL’INTERNO DELL’ IMPIANTO;

IN QUESTO ULTIMO PUNTO RELATIVO AL MANOMETRO GUASTO, ANCHE SE LA PIÙ BANALE DELLE IPOTESI E POCO FREQUENTE; SI SENTIREBBE LA PRESSIONE ENTRARE QUANDO APRIREMO IL RUBINETTO DI CARICO DELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO PER ALZARE LA PRESSIONE DELLA CALDAIA.

PRESSIONE CALDAIA A QUANTO DEVE STARE ?

LA PRESSIONE DELLA CALDAIA DEVE ESSERE CARICATA DI NORMA INTORNO A 1,5 BAR. IN ALCUNI CASI BASTA ANCHE A 1 BAR OPPURE 1,2 BAR. TUTTO DIPENDE DALLA GRANDEZZA DELL’IPIANTO DI RISCALDAMENTO; DALLA GRANDEZZA DEL VASO A ESPANSIONE DELLA CALDAIA; E DALLO SVILUPPO IN ALTEZZA DELL’ IMPIANTO DI RISCALDAMENTO STESSO: LA “PREVALENZA”.

PRESSIONE CALDAIA ALTA

PRESSIONE CALDAIA ALTA? BISOGNA: ABBASSARE LA PRESSIONE – IN QUESTI CASI – IMMEDIATAMENTE SCARICANDO LA STESSA DA UNA VALVOLINA DI SFIATO IN UN RADIATORE DELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO.

CHI DETERMINA LA PRESSIONE CALDAIA ALTA?

  • UN ERRORE NEL CARICARE TROPPO DA PARTE DELL’UTENTE CHE CONTROLLA L’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO (RESPONSABILE DELL’IMPIANTO);
  • IL RUBINETTO DI CARICO DELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO È DIFETTOSO, E LA PRESSIONE CALDAIA SALE IN MODO INCONTROLLATO ANCHE QUANDO LA CHIUSURA (IL RUBINETTO STESSO) SEMBREREBBE APPARENTEMENTE CHIUSA.
  • ALTRA CAUSA, NEI CASI SPECIFICI IN CUI, IN PRESENZA DI SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE PER LA PRODUZIONE DI ACQUA SANITARIA, SI POTREBBE CREARE UN FORO CHE FAREBBE SALIRE LA PRESSIONE CALDAIA IN MODO INCONTROLLATO.   

PRESSIONE CALDAIA SALE DA SOLA

PRESSIONE CALDAIA SALE DA SOLA, È CAUSATA DA ALMENO UN PAIO DI MOTIVI DESCRITTI AL PUNTO PRECEDENTE, CON L’AGGIUNTA DI UN TERZO.

  • IL RUBINETTO DI CARICO DIFETTOSO IL QUALE FA PASSARE ACQUA NONOSTANTE SIA CHIUSO;
  • LO SCAMBIATORE SANITARIO BUCATO, QUESTO VALE PER LE CALDAIE CON PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA O CHE ABBIANO ALMENO UN BOILER DI ACCUMULO;
  • E ANCHE DA UN AUMENTO DELLA PRESSIONE PARZIALE, SOLO NEL MOMENTO IN CUI LA CALDAIA PASSA ALLA FASE DI RISCALDAMENTO DELL’ACQUA DEL CIRCUITO RADIATORI; OSSIA DAI 50 GRADI IN SU! IN QUESTO CASO LA CAUSA SAREBBE IMPUTABILE AL VASO A ESPANSIONE DELLA CALDAIA CHE POTREBBE ESSERE “SCARICO O FORATO”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.