PROBLEMI CALDAIA?

PROBLEMI CALDAIA PIÙ COMUNI:

Tra i problemi caldaia più comuni – che sono abbastanza, numerosi e molto frequenti – ci sono quelli legati al blocco per mancata accensione; e quelli relativi alla pressione dell’acqua.

PROBLEMI CALDAIA: IL BLOCCO MANCATA ACCENSIONE

Il blocco mancata accensione è causato da una “probabile” scarsa manutenzione annuale, ordinaria, e in questi casi la caldaia fatica ogni qual volta che prova a fare il suo ciclo di accensione: lo scintillio dell’elettrodo trova la rampa con troppi residui di polveri sottili le quali impediscono l’innesco della combustione. La mancata accensione spesso e volentieri è per la “mancata” apertura della valvola gas, o anche per via degli ugelli che sono sporchi e non erogano gas sufficiente per la lenta accensione. E ancora, mancata accensione per: una regolazione minima della pressione del gas al bruciatore, troppo bassa e il gas è insufficiente, da innescare la propagazione della fiamma in modo immediato e uniforme. Le cause principali per mancata accensione, del bruciatore principale, sono quelle appena elencate e l’errore restituito nella stragrande maggioranza delle occasioni da parte della scheda di controllo e gestione caldaia è: “E01”.

– RIMEDI: L’utente, o il responsabile dell’impianto (la persona che utilizza l’impianto e dovrebbe rispettare gli orari di accensione e spegnimento giornalieri e stagionali) in prima battuta deve provare a resettare se necessario il blocco in corso. Consultare immediatamente il libretto di uso e manutenzione della caldaia destinato all’utente e verificare la pagina dove presenti tutti gli indici di errore per essere certo che il codice corrisponda a: “mancata accensione del bruciatore principale E01”. Se il problema persiste come solitamente accade, contattare il centro assistenza caldaia, o il tecnico manutentore di fiducia.

PROBLEMI CALDAIA: IL BLOCCO PRESSIONE DELL’ACQUA

Il blocco relativo alla pressione dell’acqua presente all’interno del circuito ‘chiuso’ nell’impianto di riscaldamento è dovuto all’abbassamento o alla totale assenza della stessa: pressione impianto sotto lo 0,5 atmosfere: Errore restituito “E10”

– RIMEDI: L’utente prima di tutto deve caricare la pressione alla caldaia tramite apposito rubinetto posto sotto la stessa (rubinetto di carico impianto) riportando l’ago del manometro fino a 1,5 bar. Se la pressione scende in modo frequente, mandando in errore la caldaia: mensilmente, settimanalmente o tutti i giorni? In questo caso devi assolutamente andare a controllare tutti i radiatori interni all’impianto, per vedere se sono presenti perdite su qualche valvola o detentore; oppure le perdite possono essere causate dalla caldaia stessa, a seguito di un raccordo lento o anche dell’apertura della valvola di sicurezza la quale potrebbe aprire e scaricare acqua. La valvola di sicurezza componente fondamentale, quando apre e scarica tutta la pressione in eccesso? Quando il vaso a espansione della caldaia è scarico: noterai un aumento ‘anomalo’ della pressione del manometro caldaia da 1,5 BAR caricati a “freddo e impianto spento” fino ad arrivare – con il riscaldamento acceso e in pochissimi minuti (10/15 min…) – a una pressione di oltre 3 BAR. Dopo aver caricato la caldaia in modo regolare, senza “eccedere” e dopo che avrai notato un calo continuo “dal manometro caldaia”, troppo frequente: allora chiama subito il tecnico di fiducia.

VIDEO CARICA PRESSIONE CALDAIA – 1

VIDEO CARICA PRESSIONE CALDAIA – 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.