QUANTO COSTA L’INSTALLAZIONE DI UNA CALDAIA?

INDICE ARTICOLO

Quanto costa sostituire caldaia a condensazione?

Quanto può costare una caldaia a gas?

Offerta caldaia con installazione

Certificazioni installazione caldaia

Come risparmiare con la detrazione fiscale

INIZIA A LEGGERE

Quanto costa sostituire una caldaia a condensazione? 

Alla domanda – Quanto costa sostituire una caldaia a condensazione? – la prima cosa che mi viene in mete è “Dipende!”.

I fattori da prendere in considerazione sono molteplici, uno di contro all’altro, per i quali dobbiamo calcolare: grandezza dell’immobile, potenza del eventuale vecchio generatore di calore – in caso di sostituzione – quantitativo di acqua calda sanitaria in litri al minuto che occorrono per la tua abitazione, e detrazioni fiscali ‘Ecobonus’ (se presenti al momento della sostituzione e /o per eventuale prima installazione). Se posizionata all’esterno, devo includere il copricaldaia nuovo? Insomma proviamo a fare chiarezza.

Il consiglio che devi prendere sempre in considerazione è quello di installare una caldaia “a condensazione di classe A” e non seguire il prezzo più basso presente sul mercato, a discapito della qualità. 

Una caldaia a condensazione di classe A oltre che detraibile per il 50% – il 65% – e per il conto termico; inquina meno rispetto alle altre caldaie e consuma decisamente meno. Attenzione! senza una classe ‘energetica’ di appartenenza alta, il generatore di calore non è detraibile in alcun modo.

CONSIDERATO LE SOPRAINDICATE CONDIZIONI VEDI QUANTO SEGUE:

  1. INSTALLAZIONE CALDAIA A CONDENSAZIONE (DETRAIBILE) A PARTIRE DA: MINIMO € 1200 A MASSIMO € 1500;
  2. INSTALLAZIONE CALDAIA A CAMERA APERTA A PARTIRE DA: MINIMO € 800 A MASSIMO € 1200;
  3. SOLO INSTALLAZIONE – SIA PER CALDAIA A CAMERA APERTA (DI TIPO TRADIZIONALE) CHE PER CALDAIA A CONDENSAZIONE, A PARTIRE DA: MINIMO € 250 A UN MASSIMO DI € 380 incluso va;

I prezzi sopraindicati potrebbero variare in base all’iva. La potenza media indicata, caldaie da 24 kw –  l’ equivalente di 20’000 K/calorie. – COME DETRARRE LA CALDAIA 50%?

INIZIA A LEGGERE

Quanto può costare una caldaia a gas?

Il costo per una caldaia a gas varia a seconda della classe energetica di appartenenza; oltre che per la marca – azienda produttrice – e se a condensazione o a camera aperta (tipologia tradizionale quest’ultima).

Come in tutte le aziende di altri settori, anche per il settore caldaie, esiste il modello base e meno accessoriato per intenderci e il modello medio – alto di classe superiore; i quali vanno a impattare sia per i consumi, sia per le emissioni inquinanti NOX6 e per il quantitativo di produzione in litri minuto maggiore o minori rispetto ad altre, etc.

  • CALDAIA A CONDENSAZIONE – CLASSE A MODELLO DETRAIBILE A PARTIRE DA: € 750 FINO A € 1000;
  • CALDAIA A CONDENSAZIONE – CLASSE INFERIORE (RISPETTO ALLA ‘A’) A PARTIRE DA: € 600 FINO A € 750;
  • CALDAIA A CAMERA APERTA – NON A CONDENSAZIONE A PARTIRE DA: € 450 FINO A € 600;

I modelli sopraindicati sono sempre e comunque per potenza di circa 24 kw tradotto in K/calorie 20’000. Aumentando i Kw, aumentano anche i costi. 

Offerta caldaia con installazione

Proposta – offerta di tipo imperdibile, con caldaia Baxi mod. Duo-Tec compact E 24, incluso un filtro decalcificatore, un filtro defangatore, pratica ECOBONUS per detrazione del 50%.

Se necessario un lavaggio e risanamento impianto (valutato sul posto).

AZIENDA BAXI SPA CALDAIA

DETRAZIONE DEL 50%

Totale € 1150 iva iclusa

LINK DIRETTO

Certificazioni installazione caldaia

Le certificazioni per una corretta installazione di una caldaia sono le seguenti:

  • DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ ALLA REGOLA D’ARTE
  • LIBRETTO IMPIANTO NUOVO – O AGGIORNAMENTO DEL PRECEDENTE (SE PRESENTE)
  • BOLLINO E RAPPORTO EFFICIENZA ENERGETICA – valido per 4 anni
  • LIBRETTO USO E MANUTENZIONE – IMPIANTO TERMICO
  • ECOBONUS 2020 – INVIO DELLA DICHIARAZIONE AI FINI DETRAZIONE FISCALE EX L.296/2006
  • CPID: CODICE RESTITUITO DALL’INVIO DELLA PRATICA ENEA PER DETRAZIONE DEL 50%

INIZIA A LEGGERE

Come risparmiare con la detrazione fiscale

Per avere un risparmio in termini economici – ma anche dal punto di vista dei consumi – nel rispetto dell’ambiente e il risparmio energetico; devi assolutamente fruire della detrazione fiscale del 50% oppure 65% messa a disposizione con l’Ecobonus e ristrutturazione edilizia. Come terza opzione c’è la detrazione con il “Conto Termico“. 

  • il 50% – installando una caldaia a condensazione di classe A – detraibile in 10 anni, spese professionali incluse, applicabile annualmente sulla tassa IRPEF;

DETRAZIONE DEL 50%

  • il 65% – include anche l’installazione delle valvole termostatiche oltre che di una caldaia a condensazione di classe A – detraibile sempre in 10 anni, spese professionali incluse, applicabile sulla tassa IRPEF; 

DETRAZIONE DEL 65%

  • il conto termico  introdotto dal D.M. 28/12/2012, per il quale, a differenza dei punti precedenti, abbiamo uno sconto immediato – almeno entro l’anno in corso dal momento della sostituzione / installazione – di una parte delle spese sostenute; il limite massimo per l’erogazione dell’incentivo, in questo caso, è di € 5000 – i tempi di pagamento sono di circa due mesi. 

CONTO TERMICO

MODELLO DI CALDAIA A CONDENSAZIONE CHE SODDISFA TUTTI E TRE I REQUISITI SOPRAINDICATI: SEGUI LINK

LINK UTILE PER APPROFONDIRE “IL CONTO TERMICO” – GSE.IT (GESTORE SERVIZI ENERGETICI)

link termicaidraulica

DOMANDE FREQUENTI:

-DOVE ACQUISTARE CALDAIE ON LINE

-CALDAIA A CONDENSAZIONE PREZZI CON MONTAGGIO

-COSTO CALDAIA TRADIZIONALE (A CAMERA APERTA)

-CALDAIA A CONDENSAZIONE PREZZI

-COME DETRARRE LA CALDAIA 50%

Un commento

  • Adina

    Salve. Mi chiedevo quanto posso pagare una caldaia a condensazione, di classe A, con l’accumulo di acqua calda.

    Attendo grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CODICE SICUREZZA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.