PANNELLI SOLARI: LEGGE DI STABILITA’ 2014

PANNELLI SOLARI TERMICI

Legge di stabilità 2014
Gli impianti a pannelli solari termici usufruiscono del 65% di deducibilità IRPEF in 10 anni fino al 31/12/2014

Con la pubblicazione del DM 28/12/12, il c.d. decreto “Conto Termico”, si attiva il regime di sostegno introdotto dal decreto legislativo 3 marzo 2011, n° 28 per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. » Continua a leggere

CONTROLLO PERIODICO CALDAIE A ROMA (BOLLINO BLU)

BOLLINO BLU CALDAIE

CONTROLLO PERIODICO CALDAIE

Il bollino blu valido per il comune di Roma (in provincia il bollino è verde) va applicato sul rapporto di controllo (allegato G) in triplice copia; una delle quali inserita nel libretto impianto (allegato I) e conservato come la normativa prescrive.

Il bollino per le caldaie, andrebbe rinnovato ogni 4 anni (per caldaie a gas) e ogni 2 anni per gli impianti a combustibile liquido e solido. (questa cadenza vale per tutti gli impianti di potenza inferiore o uguali a 35 KW)

Il primo bollino della caldaia va rilasciato e inserito, alla prima accensione della stessa in esecuzione con la sostituzione e/o nuova installazione, con tanto di libretto impianto, allegato G, certificazione di conformità, libretto uso e manutenzione impianto termico.

L’installatore ha l’obbligo di rilasciare – oltre alla certificazione di conformità per corretta installazione – il libretto impianto compilato in tutte le sue parti, bollino blu, allegati e spedire gli stessi entro i termini stabiliti, all’ente preposto per i controlli periodici (CON. TE. – Controlli Impianti Termici).

SCARICO A TETTO NUOVE NORMATIVE

scarico a tetto

SCARICO A TETTO NUOVE NORMATIVE: NOVITA’ DAL 1° SETTEMBRE 2013

Per impianti termici installati ex novo a partire dal 1 settembre 2013 – in tutte le tipologie di immobili – vige l’obbligo di scaricare a tetto. Deroghe previste solo per: sostituzioni di impianti aventi scarico a parete (o in canna ramificata) già esistenti prima del 1 settembre; nel caso di case storiche/stabili vincolati; di fronte all’impossibilità tecnica di sbocco a tetto, asseverata da un progettista. In tali casi, è ammesso lo scarico a parete, purché s’installino generatori di calore a gas (secondo norme UNI) ad alta prestazione energetica e basse emissioni. » Continua a leggere

1 2